Disturbi Specifici dell’Apprendimento in età adulta (DSA)

Home » Infanzia e Adolescenza » Disturbi specifici dell’apprendimento adulti

Disturbi specifici dell’apprendimento in età adulta (DSA)

Il nostro libro sulla Dislessia

Perché è utile la valutazione di DSA in età adulta?

La legge 170/2010 – Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico – ha chiarito che anche gli studenti universitari con DSA hanno diritto a veder riconosciuti le misure dispensative e gli strumenti compensativi adottati nelle scuole, sin dai test di ammissione, a fronte della diagnosi di dislessia o altro disturbo dell’apprendimento.

Un riconoscimento in età adulta di un DSA può portare il soggetto finalmente a capire il perché delle sue difficoltà, permettendogli così di apprendere delle strategie alternative per compensarle.

Che cos’è?

I disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), che comprendono la dislessia, la disortografia, la disgrafia e la discalculia, si caratterizzano per una significativa difficoltà nell’apprendere la lettura, la scrittura e la matematica.

Nell’età adulta si notano problemi sia nell’apprendimento che nei normali contesti di vita: difficoltà nell’ortografia, lettura lenta e faticosa o problemi nell’eseguire calcoli o deduzioni statistiche. Queste difficoltà potrebbero portare il paziente ad evitare o affrontare con timore percorsi di studio/lavoro.

Come ti aiutiamo?

Dopo un accurato colloquio e una successiva valutazione, ti verrà consegnato un referto con l’eventuale diagnosi. Avrai poi la possibilità di iniziare un percorso di potenziamento specifico che ti aiuterà a usare gli strumenti compensativi e dispensativi previsti dalla legge.

Il nostro libro sulla Dislessia

Siamo presenti a Trento, Rovereto e Milano, offriamo anche consulenze online!

Open chat
Scrivici su WhatsApp!